Come superare la paura di viaggiare

Come superare la paura di viaggiare

Si sa, ogni individuo deve fare i conti con le proprie debolezze che spesso si traducono in fobie. E se questa fosse la paura di viaggiare? Se avessi timore a spostarti ma, nello stesso tempo, ti piacerebbe visitare luoghi nuovi, come potresti superare questo ostacolo?

Paura di viaggiare: da cosa nasce

Paura di viaggiare nel mondo
Photo Credits: web

La paura, come sentimento umano, è uno dei limiti principali che un individuo può incontrare. E’ ciò che spesso ci impedisce di vivere le nostre vite e realizzare i nostri sogni.

In più, è uno dei motivi più comuni per cui le persone non viaggiano.

La depressione e la paura di viaggiare, infatti, precludono a molte persone che lo desiderano, la possibilità di perseguire i loro desideri più intimi. La maggior parte delle volte, come meccanismo di difesa, si è soliti avanzare queste scuse:

Temo di non potersi permettere il viaggio.
Temo di avere troppe responsabilità a casa.
Temo di non poter fare amicizia sulla strada.
Temo di non avere la capacità di gestirlo.
Temo che mi accadrà qualcosa.

Con tutta questa ansia da viaggio, è molto più facile rimanere a casa nelle propria comfort zone piuttosto che uscire e viaggiare. Soprattutto se hai paura di viaggiare in auto, in pullman, a prescindere dal mezzo.

Sì, è vero, viaggiare è un privilegio e i problemi economici possono davvero impedire alle persone di andare in giro per il mondo.

Ma, oltre questo impedimento materiale, tra i motivi che inibiscono la voglia di partire, ce n’è uno: la mentalità. Lasciare un porto sicuro per vivere un’avventura nell’ignoto, sopratutto in Paesi esteri, non è una soluzione a cui tutti riescono ad assoggettarsi con leggerezza.

paura di viaggiare in auto
Photo Credits: web

Non è quindi solo l’avere paura prima di un viaggio, ma tutto ciò che potrebbe comportare.

Ecco, però, alcuni consigli su come superare la paura di viaggiare. Buona lettura!

Non sei la prima persona a viaggiare all’estero

Se la paura di viaggiare, soprattutto all’estero, ti paralizza, sappi che la certezza a cui puoi appellarti è una: sapere che molte altre persone lo hanno fatto prima di te, senza problemi. Non sei la prima persona a lasciare casa ed esplorare le giungle dell’Asia. Colombo e Magellano avevano un motivo per avere paura. Tu no.

Ci sono persone che ti possono aiutare. Ci sono persone con cui viaggiare. Non sarai solo.

E, soprattutto, non ti stai avventurando nell’ignoto vero e proprio.

paura di viaggiare all'estero
Photo Credits: web

Primo passo: sei già arrivato lontano

Se hai già un piede fuori dalla porta, perché tornare indietro adesso? Pensaci, di cosa ti pentirai poi? Di aver lasciato vincere le tue paure o di essere riuscito a viaggiare? A volte devi solo provarci. Non tornare indietro a metà strada. Puoi farlo, puoi vincere la paura di viaggiare!

Sei capace quanto tutti gli altri

Sei intelligente, capace e sei dotato di buon senso. Se altre persone possono viaggiare per il mondo, perché tu non potresti? Cosa ti fa pensare che ti manchino le competenze per farlo? Devi realizzare che non c’è motivo per cui non puoi fare quello che altre persone fanno.

Sei bravo quanto tutti gli altri.

Non dubitare di te stesso. Non permettere all’ansia da viaggio di cambiare i tuoi piani. Inoltre, in questo momento storico viaggiare non è mai stato così facile, grazie a tutte le risorse disponibili online e a tutti i siti Web che aiutano i viaggiatori a connettersi tra loro.

Le responsabilità possono svanire in un lampo

Tutti usano la “responsabilità” come motivo principale per evitare il viaggio.

Ma è solo la tua paura di viaggiare che ti suggerisce di avere, a casa tua, qualcosa che ti impedisce di andare via. Tuttavia, tali responsabilità sono semplicemente catene che ti trattengono.

Spesso si pensa che tutto sia più complicato del previsto. Eppure, con pochi gesti, tutto quello che può trattenerti diventa risolvibile. Bollette, superfluo da vendere, il lavoro stesso. Recidere il cordone è più facile di quanto tu possa pensare.

paura di viaggiare solo
Photo Credits: web

Troverai un lavoro quando torni a casa

Un altro motivo per cui le persone vengono trattenute è la convinzione che quando andranno all’estero diventeranno disoccupati. Si preoccupano che i datori di lavoro vedano un vuoto nel loro curriculum e non vogliano più assumerli.

Ma in questo mondo globalizzato, avere esperienza con culture e persone straniere è una vera risorsa. Non solo, stai dimostrando di essere indipendente, coraggioso e capace. D’altra parte, nessuno arriva in tutto il mondo senza apprendere queste abilità. I datori di lavoro se ne rendono conto e considerano il viaggio come un valore aggiunto, in grado di insegnare abilità interessanti e introvabili in un semplice corso.

Lo capisci che la paura di viaggiare diventa superflua?

Farai amicizia

Se la paura di viaggiare si accompagna all’inabilità, che credi di avere, di non riuscire a fare amicizia, allora devi tenere in considerazione il fatto che quando viaggi non sei mai solo. Ci sono molti viaggiatori solitari. Troverai persone che verranno e ti parleranno, che prenderanno l’iniziativa.

Il timore di parlare con gli estranei si attenua quando capirai che tutti, come te, sentono la necessità di fare nuove amicizie. E uno di quelli amici, potresti essere proprio tu.

Lascia un commento