Visitare la Transilvania: non c’è solo Dracula!

La Transilvania, la regione più grande della Romania, ha da tempo una reputazione inquietante e misteriosa grazie alla sua connessione ricorrente con i vampiri nel folklore e nella cultura popolare – e non ci scuseremo assolutamente per aver giocato su quella connessione per il bene di una spaventosa destinazione di Halloween!

Ma mentre molti sono attratti dai miti e dalle leggende – per non parlare del “Castello di Dracula” – la Transilvania ha in realtà una ricchezza di splendidi panorami naturali, città dinamiche e persino stazioni sciistiche da esplorare.

Una storia in vaso

Visitare la Transilvania Romania Carpazi

Situata nella Romania centrale, la regione è incorniciata dalle spettacolari catene montuose dei Carpazi e dei Monti Apuseni .

Originariamente il cuore del Regno di Dacia, cadde sotto il dominio romano nel 106 d.C. Da lì, una successione di tribù prese il controllo della Transilvania – un territorio distinto – fino al IX secolo, quando vi si trasferirono i bulgari, seguiti dagli ungheresi un paio di secoli dopo. Divenne poi parte dell’Impero Asburgico alla fine del 1600.

Quindi, lontano da una storia consolidata! E questo prima di considerare che l’impero austro-ungarico prese poi la Transilvania sotto la sua ala nel 1867, prima che diventasse finalmente parte della Romania dopo la prima guerra mondiale, grazie al Trattato di Trianon. Ciò significava che molti ungheresi diventavano cittadini della Romania.

Il Castello di Dracula!

Visitare la Transilvania Romania Castello di Dracula

Passando ai giorni nostri, la Transilvania riceve attualmente circa 2,5 milioni di turisti all’anno, quindi è ancora una sorta di gemma nascosta. E quando diciamo “gemma”, intendiamo un grande diamante scintillante.

Molti dei visitatori si dirigono alla fortezza gotica, il Castello di Bran . Sebbene non sia mai stato dimostrato, si dice che abbia ispirato “Dracula” di Bram Stoker, avendo creduto che fosse anche la casa di Vlad l’Impalatore – un governatore militare del XV secolo noto come il Dracula originale – anche se, ancora una volta, ciò non è stato dimostrato.

Indipendentemente dalla verità dietro la sua storia, il Castello di Bran è un posto bellissimo e adeguatamente inquietante e snervante per un viaggio di Halloween in Transilvania. Per i veri temerari, il castello è aperto anche di notte durante il periodo di Halloween, ma fai un tour notturno a tuo rischio e pericolo…

Rivalutazione del patrimonio culturale

Visitare la Transilvania Romania rivalutazione del patrimonio culturale e architettonico

Brașov , una splendida città medievale, è un buon posto dove stare per vedere il Castello di Bran, oltre ad altre architetture impressionanti come la cittadella di Făgăraş e la fortezza di Feldioara . Da qui, puoi anche andare in montagna per alcune escursioni mozzafiato.

Sighișoara è più piccola di Brașov, ma non per questo meno bella. È un patrimonio mondiale dell’UNESCO a sé stante, mentre le attrazioni un po’ più lontane, tra cui le chiese fortificate di Biertan e Viscri , vantano anche il riconoscimento.

Per un po’ di meritata “R e R” dopo aver camminato per le strade acciottolate, si dice che le acque del Bear Lake e i laghi naturali di Ocna Sibiului abbiano proprietà terapeutiche.

Ora, se è la natura spettacolare che cerchi, la Transilvania consegna a palate. Mentre potresti tenere d’occhio il nostro amico con le zanne Dracula, assicurati di tenere gli occhi aperti e mezzo aperti per orsi, lupi e linci nei Carpazi, specialmente se sei abbastanza coraggioso da uscire di strada .

Mentre sei in Transilvania (soprattutto in inverno quando fa un freddo pungente), assicurati di assaporare una ciotola calda di gulyas (gulasch) locali o, ancora meglio, cerca un bicchierino di palinca , uno spirito infuocato a base di prugne.

Muoversi

muoversi per visitare la Transilvania in Romania

Dato che stiamo parlando di un’intera regione (e anche piuttosto grande!), spostarsi non è così semplice come con la tipica vacanza in città.

Se vuoi vedere la maggior parte dell’area possibile, è meglio scegliere due o tre basi e trascorrere qualche giorno in ciascuna. Cluj-Napoca è la migliore per la scena cittadina e la vita notturna, mentre Brașov e Sighișoara ti incanteranno con la loro bellezza medievale.

Per esplorare tutti i grandi spazi aperti che la Transilvania ha da offrire, un accogliente B&B come Soparkut Panzio è un ottimo posto dove stare, mentre puoi allacciarti gli sci in località di montagna come Straja e Poiana Brasov.

Tieni presente che i treni sono piuttosto lenti da queste parti, quindi i viaggi in autobus o il noleggio di un’auto sono la strada da percorrere.

Come arrivare là

muoversi e viaggiare

Ci sono tante compagnie che effettuano le tratte più conosciute per arrivare in Transilvania. Ti basterà andare a controllare Expedia e per soggiornare potrai trovare delle ottime offerte su Booking.com come sempre.

Da lì, puoi viaggiare facilmente in auto nel resto della regione della Transilvania, o prendere l’autobus dall’aeroporto.