Dieci cose da non perdere: la lista dei desideri per le visite turistiche australiane

Come probabilmente puoi capire dai miei articoli precedenti, ho viaggiato abbastanza bene in Gran Bretagna e in Europa, ma un po’ meno lontano. Le visite dell’infanzia in Canada e Hong Kong sono quanto di più avventurose, almeno per ora, a meno che non si consideri una gita di un giorno che apre gli occhi in Albania, che è stata un’esperienza straordinaria, ma non mi sentivo da nessun’altra parte. mai sperimentato in Europa.

Come molti inglesi, ho una famiglia in Australia e Nuova Zelanda, quindi un viaggio sottoterra è sempre in programma per quando il tempo e le finanze lo permetteranno. Ma cosa potrebbe esserci nella mia lista dei desideri per le visite turistiche australiane? Traendo ispirazione dal web, ecco una potenziale top ten…

Visita della città

Per chiunque provenga da Newcastle, un viaggio a Porto di Sydney deve essere in cima all’agenda, se non altro per dare un’occhiata allo stranamente familiare Sydney Harbour Bridge. Entrambi progettati dalla ditta Mott, Hay e Anderson, alla gente piace pensare che il Tyne Bridge sia stato l’ispirazione per la versione molto più grande di Sydney, anche se la verità è che era il contrario: i lavori sul Sydney Harbour Bridge sono iniziati prima, ma è stato completato solo tre anni dopo la sua controparte di Newcastle.

Anche le altre grandi città australiane devono dare un’occhiata.

Perth, nell’Australia occidentale, è rappresentata dalla sua Kings Park e giardino botanicoche si contraddistingue come “uno dei parchi urbani più grandi e belli del mondo”, e offre anche viste panoramiche sulla città.

Ci sono viste ancora più spettacolari dalla prima entrata di Melbourne nella top ten, la Eureka Skydeck 88che è – come suggerisce il nome – 88 piani più in alto, il che la rende la piattaforma panoramica più alta dell’emisfero australe.

Chiunque sia particolarmente avventuroso, quindi probabilmente non io, può anche provare The Edge, un cubo di vetro che sporge di tre metri dall’edificio, con solo il pavimento di vetro tra te e la strada, 300 metri più in basso. Almeno dopo tutto quel dramma puoi vivere un’esperienza più radicata in città Ristorante coloniale del tramuna flotta di tram lussuosamente convertiti che ti riempiono di cibo e vino deliziosi mentre ti fanno scorrere per le strade di Melbourne.

Nel Queensland, la città più piccola e provinciale di Cairns è l’inizio del Ferrovia panoramica di Kuranda, dove puoi goderti un viaggio di 23 miglia attraverso la foresta pluviale tropicale, oltre gole e cascate, fino alla piccola città di Kuranda. Prima di lasciare Cairns, tuttavia, potresti voler dare un’occhiata al vivace e colorato Mercato di Rustycon oltre 180 bancarelle di prodotti alimentari, bevande e specialità ogni venerdì, sabato e domenica.

Natura e solitudine

Se vuoi vivere la fauna selvatica australiana, i 90 acri Santuario dei Canguri ad Alice Springs – allestita da Chris ‘Brolga’ Barnes (meglio noto come Kangaroo Dundee) – dovrebbe fare il trucco, dove puoi visitare la riserva e incontrare i suoi 25 abitanti macropodi. (Ho dovuto cercarlo, ma a quanto pare ‘macropodine’ è la parola che significa ‘appartenente ai canguri’. Chi lo sapeva?)

In effetti, nessun viaggio in Australia sarebbe completo senza una visita almeno ad alcuni dei suoi angoli più remoti. Dirigiti il ​​più a sud-ovest che puoi prima di raggiungere l’Oceano Indiano e quello Meridionale e finirai per colpire Faro di Capo Leeuwin, dove si svolgono visite guidate giornaliere. Soggiornando sulla costa meridionale dell’Australia, anche se a quasi 4.000 km di distanza, troverai un’altra delle meraviglie costiere del paese al Parco Nazionale Marino dei Dodici Apostoli. Qui, le famose scogliere dorate e le fatiscenti colonne di roccia dei Dodici Apostoli si ergono sopra le onde, mentre archi, canyon e scogliere formano un ambiente sottomarino altrettanto drammatico e spettacolare.

E, infine, torniamo al già citato Uluru, e al più ampio Parco Nazionale Uluru-Kata Tjuta. Formate milioni di anni fa, le incredibili rocce rosse e le cupole di Uluru e Kata Tjuta sono simboli iconici, non solo dell’attuale Australia, ma anche degli aborigeni che hanno posseduto e vissuto in quella parte dell’Australia centrale per più di 30.000 anni. Oggi, gli Anangu sono giustamente riconosciuti come i veri proprietari del parco e dal 1985 gestiscono congiuntamente il parco con Parks Australia.

Quindi, ecco i tuoi dieci! È un elenco selettivo e personale, ovviamente, e potresti facilmente aggiungere attrazioni come il Lone Pine Koala Sanctuary di Brisbane, descritto come uno dei primi dieci zoo del mondo; il Freycinet National Park in Tasmania, con le sue cime di granito rosa; o la Grande Barriera Corallina mozzafiato ed ecologicamente importante, apparentemente l’unico essere vivente sulla Terra visibile dallo spazio.

Avrai i tuoi preferiti, ne sono sicuro, quindi condividi i tuoi pensieri di seguito su cosa voi includerebbe nella tua lista dei desideri per le visite turistiche australiane!

Crediti fotografici: Annetteos, fcl1971, Jon Fletcher, Peter Holmes

Prenota la tua prossima vacanza: